Rete Italia

In Italia Eni è leader nella distribuzione rete di prodotti petroliferi con una  quota di mercato del 30,4%.
Al 31 dicembre 2010 la rete di distribuzione in Italia è costituita da 4.542 stazioni di servizio con un incremento di 68 unità rispetto al 31 dicembre 2009 (4.474 stazioni di servizio) per effetto del saldo positivo tra stipule/risoluzioni di contratti di convenzionamento (74 unità), dell’apertura di nuove stazioni di servizio (11 unità), parzialmente compensati dalla chiusura di impianti a basso erogato (13 unità) e dal mancato rinnovo di 4 concessioni autostradali.
Le vendite di carburanti sulla rete sono state di circa 10,9 miliardi di litri (8,63 milioni di tonnellate) con un erogato medio di 2,32 milioni di litri.
A fronte della previsione di deboli consumi di carburanti nel medio periodo, risultante dalla progressiva riduzione della domanda di benzina e un incremento di gasolio e GPL, Eni intende incrementare le vendite (circa +10% nel quadriennio) e la quota di mercato in Italia grazie a una rete moderna, efficiente, rinnovata nell’immagine, e con il sostegno delle campagne promozionali, di azioni mirate di pricing e di un’offerta non-oil potenziata.
Il re-branding della rete Italia al marchio Eni sarà completato entro il 2014. Nel 2010, sono state convertite al marchio “eni” 463 stazioni di servizio in Italia, corrispondenti a circa il 10% della rete, dando priorità a quelle con maggiore erogato e con presenza di attività non-oil.

Le azioni pianificate si focalizzeranno in particolare:
- sul completamento del progetto di re-branding al marchio unico “eni”, nonché sulla realizzazione, il potenziamento e la ristrutturazione delle stazioni di servizio;
- sull’ampliamento delle modalità di vendita disponibili presso le stazioni (“servito”, “fai da te” ed “iperself”) che consentirà di rispondere più efficacemente alle specifiche esigenze della clientela;
- sull’ampliamento dell’offerta GPL e metano con installazione di nuovi erogatori sulla rete di distribuzione;
- sullo sviluppo di format innovativi per il non-oil.

Carburanti premium

In un contesto di contrazione della domanda e maggiore sensibilità al prezzo da parte dei consumatori, nel 2010 le vendite dei carburanti premium della linea Blu (BluDieselTech e BluSuper) hanno registrato una flessione rispetto al 2009. In particolare, le vendite di BluDieselTech sono state di circa 573 mila tonnellate (689 milioni di litri), in lieve diminuzione rispetto al 2009 e hanno rappresentato il 10,3% dei volumi di gasolio commercializzati da Eni sulla rete. Al 31 dicembre 2010 le stazioni di servizio che commercializzano BluDiesel sono 4.071 (4.104 nel 2009) pari a circa il 90% del totale.
Le vendite di BluSuper sono state di 70 mila tonnellate (94 milioni di litri) in diminuzione di circa 12 mila tonnellate rispetto al 2009 e sono pari al 2,6% dei volumi di benzina commercializzati da Eni sulla rete. Al 31 dicembre 2010 le stazioni di servizio che commercializzano BluSuper sono 2.672 (2.679 a fine 2009), pari a circa il 59% del totale.
Eni ha recentemente lanciato la nuova gamma di carburanti “eni blu+”, costituita da un gasolio (eni blu diesel+) e una benzina (eni blu super+) di qualità superiore, nati per garantire il massimo delle prestazioni automobilistiche e una migliore pulizia di valvole e iniettori, assicurando prestazioni eccellenti dei motori.

Le moderne tecnologie di raffinazione e i severi test di laboratorio hanno consentito di formulare prodotti con elevato potere detergente, grazie alla molecola “blu clean”, che, rimuovendo completamente depositi e impurità, è in grado di mantenere la massima efficienza del motore assicurando una migliore fluidità di marcia. I risultati dei test condotti sulla gamma eni blu+ sono stati validati dall’Istituto Motori del CNR, uno dei più importanti istituti di ricerca nel campo della combustione e miglioramento dell’efficienza energetica.

Iniziative promozionali

you&eni
Nel febbraio 2010, in sostituzione dell’iniziativa promozionale You&Agip, Eni ha lanciato la nuova campagna di fidelizzazione “you&eni”, con durata triennale e con scadenza il 31 gennaio 2013. Il programma prevede il riconoscimento di premi alla clientela grazie all’accumulo punti su una tessera fedeltà a seguito dell’acquisto di carburanti e prodotti presso le stazioni di servizio o partner commerciali di Eni.
Nell’ambito del programma, le fidelity card che nel corso dell’anno hanno eseguito almeno una transazione, sono state circa 5 milioni al 31 dicembre 2010. Le carte mediamente attive in ogni mese sono state circa 2,8 milioni.

Il volume venduto in funzione dell’accumulo punti con le card è stato pari a circa il 40% dell’erogato delle stazioni di servizio della rete Eni.

Iperself
Nel 2010, è continuato il successo della campagna promozionale denominata “Iperself”, ossia il “fai da te” negli orari di chiusura delle stazioni di servizio con uno sconto rispetto al prezzo in modalità servito. Tale iniziativa, congiuntamente ad altre operazioni di marketing intraprese, ha sostenuto il volume delle vendite in un contesto di domanda debole e di incremento dell’elasticità al prezzo.

Multicard Routex
La carta di credito petrolifera Routex è un’iniziativa indirizzata alla clientela business (professionisti del trasporto e gestori di flotte di auto). I servizi offerti riguardano il pagamento dilazionato, sconti rispetto al prezzo alla pompa, fatturazione centralizzata, report su consumi e percorrenze, possibilità di pagamento del pedaggio autostradale. Tale iniziativa punta alla fidelizzazione dei clienti che viaggiano in Europa e che possono impiegare la Multicard in Italia come mezzo di pagamento in tutti i punti vendita Agip oppure, nella versione internazionale, in Europa sulla rete Eni e presso le stazioni degli altri operatori facenti parte del circuito Routex (Aral, BP, OMV e Statoil).

Non-oil

Prosegue l’impegno Eni per lo sviluppo e la riqualificazione delle attività non-oil con l’obiettivo di valorizzare e sostenere l’evoluzione della rete verso standard elevati in termini di servizi dedicati al cliente e varietà della gamma dei prodotti offerti. A fine 2010, sulla rete Eni sono attivi circa 165 “eni shop” di cui 117 in “eni cafè” e 48 “stand alone”.
Nel 2010, è stata ampliata l’offerta di prodotti e servizi non-oil sulle stazioni di servizio della rete Italia grazie alla realizzazione o ristrutturazione di 257 locali a format (eni cafè, eni shop) e 50 car wash.

Nel 2010, i proventi non-oil sulla rete, comprensivi dei margini sui lubrificanti, sono stati pari a €57,5 milioni con un risultato operativo pari a €30,2 milioni.
Nel prossimo quadriennio, Eni conferma la strategia di sviluppo e riqualificazione delle attività non-oil attraverso l’apertura e la conversione a format a più alta riconoscibilità di oltre 1.100 punti ristoro, shop e autolavaggi, conseguendo un grado di copertura della rete di proprietà di circa il 60% al 2014 (circa il 56% a fine 2010).

Rete d’Europa

Nel 2010 le vendite sul mercato rete nel resto d’Europa di 3,10 milioni di tonnellate [3.900 mila litri] sono aumentate del 3,7% rispetto al 2009, con aumenti in Austria per effetto del contributo dell’acquisizione di una rete di stazioni di servizio, nei Paesi dell’est europeo (in particolare in Slovacchia e Romania), nonché in Germania e Francia.

Al 31 dicembre 2010 la rete di distribuzione nel resto d’Europa è costituita da 1.625 stazioni di servizio con un aumento di 113 unità rispetto al 31 dicembre 2009 (1.512 stazioni di servizio). L’evoluzione della rete ha visto: (i) il saldo positivo di 19 unità tra stipule/risoluzioni di contratti di convenzionamento, con variazioni positive in particolare in Austria e Ungheria; (ii) l’acquisto di 114 impianti; (iii) l’apertura di 5 nuovi punti vendita; (iv) la chiusura di 25 impianti a basso erogato. L’erogato medio (2.441 mila litri) è in lieve flessione rispetto al 2009 (2.461 mila litri).
Lo sviluppo all’estero continuerà ad essere selettivo puntando alla crescita della quota di mercato nei paesi dell’Europa centro-orientale, facendo leva anche sulle recenti acquisizioni in Austria e sui vantaggi competitivi e le economie di scala derivanti dalle sinergie nel supply, dalla logistica e dalla notorietà del marchio. La rete sarà potenziata attraverso investimenti selettivi per la realizzazione di nuovi impianti e l’ammodernamento di quelli esistenti.
L’attività non-oil all’estero è svolta con il marchio CiaoAgip® su 1.146 stazioni di servizio, di cui 395 in Germania e 173 in Francia con un grado di copertura della rete del 71% e la copertura pressoché totale della rete di proprietà.

Le attività - Marketing