Anche nell’onshore, Saipem è uno dei maggiori engineering& construction contractors su base chiavi in mano nel segmento dell’oil&gas a livello mondiale, grazie soprattutto all’acquisizione di Snamprogetti. Saipem progetta e realizza impianti di produzione (estrazione, separazione, stabilizzazione, raccolta, iniezione d’acqua) e di trattamento (rimozione e recupero dell’anidride solforosa, rimozione dell’anidride carbonica, frazionamento dei liquidi gassosi, recupero dei condensati) degli idrocarburi e dei grandi sistemi di trasporto onshore (pipeline, stazioni di pompaggio o compressione, terminali).
Grazie alle proprie competenze distintive nel segmento della gas monetization, Saipem è in grado di gestire grandi e complessi progetti chiavi in mano anche nel settore ad alta tecnologia della liquefazione del gas naturale (GNL). Saipem mantiene la propria competitività grazie all’eccellenza tecnologica garantita dai propri hub di progettazione e alla gestione di importanti volumi di ingegneria in aree cost efficient.
Nel medio termine, facendo leva sui trend di crescita che si registrano nel settore dei servizi all’industria petrolifera, Saipem punterà a cogliere le opportunità offerte dal mercato sia nel settore impiantistico sia in quello delle pipeline, sfruttando il solido posizionamento competitivo nella realizzazione di progetti complessi e nelle aree strategiche del Medio Oriente/Caspio, dell’Africa Settentrionale e Occidentale e della Russia.

Nel 2010, i ricavi dell’attività onshore sono stati di €4.726 milioni, pari al 45% dei ricavi totali. Il margine di attività di €430 milioni è aumentato di €117 milioni rispetto al 2009, per effetto dei maggiori volumi realizzati in Africa Settentrionale e Africa Occidentale.

Tra le principali acquisizioni del 2010 si segnalano:
- i contratti EPC per conto di Abu Dhabi Gas Development per la realizzazione di un impianto di trattamento del gas (con capacità pari ad un miliardo di piedi cubi/giorno di gas), di un’unità di recupero dello zolfo e delle relative infrastrutture di trasporto nell’ambito dello sviluppo del giacimento gas di Shah negli Emirati Arabi Uniti;
- il contratto EPC per conto di Husky Oil per la realizzazione delle Central Processing Facilities progettate per la produzione di 60 mila tonnellate di bitumi/giorno nell’ambito della prima fase del progetto Sunrise Oil Sands nei pressi di Fort McMurray, Alberta, Canada;
- il contratto EPC per conto di Kharafi National per la realizzazione di un sistema di strutture per il trattamento degli idrocarburi avente la capacità produttiva di 150 mila barili/giorno e la costruzione di un impianto per la raccolta dello zolfo per lo sfruttamento del giacimento Jurassic situato nel nord del Kuwait.

Costruzioni terra